Toscana: tra vini e castelli

Toscana: tra vini e castelli

Blog

Stia: Castello di Porciano

Vota questo articolo
(0 Voti)

Anche questo castello, come i precedenti, si trova sulla Strada del Vino Terre di Arezzo. Il Castello di Porciano venne edificato a partire dal XI secolo, oggi rimane solamente l’imponente casa-torre che sovrasta l’antico borgo. Durante i suoi lunghi secoli di storia il castello ospitò molti personaggi illustri tra i quali Dante Alighieri che proprio tra queste mura scrisse le tre famose lettere “Ai Principi e Popoli d’Italia”, “Ai Fiorentini”, “Ad Arrigo VII”. Appartenuto ai conti Guidi fino al 1442 quando Ludovico, l’ultimo erede della casata, decise di farsi monaco e trasferirsi a Firenze. In seguito il castello passò di proprietà della Repubblica di Firenze, al Comune di Stia fino al Conte  Giuseppe Goretti de Flamini. Fu la nipote Martha a divenire in fine l’erede del castello quando ormai però versava in pessime condizioni. Le volte interne erano crollate come pure i tetti mentre le mura perimetrali erano fortemente danneggiate. Grazie al suo costante impegno, all’aiuto del marito e della Sovrintendenza delle Belle Arti, la contessa è riuscita con il tempo a riportare il castello agli antichi splendori. Attualmente sono visitabili i tre piani inferiori adibiti a museo mentre i tre piani superiori sono residenza dei proprietari. Il castello viene anche utilizzato per mostre ed eventi culturali.

Vai al sito

Letto 591 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito