Da Barletta a Matera

Da Barletta a Matera

Blog

Ostuni

Rate this item
(0 votes)
Ostumi Ostumi Guilia Moreschi

Coordinate GPS: 40.7295235, 17.577997900000014
Ufficio del Turismo: Via Giovanni XXIII, 152

Conosciuta come la Città Bianca per il colore delle sue case poste su tre colli a circa 200 metri sul livello del mare, Ostuni è circondata da magnifiche coltivazioni di ulivi. La città dispone di un bel borgo medioevale con strette viuzze, piazzette e corti  colme di odori e suggestioni che ricordano le casbah arabe. Le case del centro storico sono state scavate nella roccia e unite tra di loro con archi o semiarchi con funzioni di sostegno. Molte scale collegano le varie zone del centro. La città, che dal 2008 ha ricevuto ininterrottamente la bandiera blu d’Europa per le belle spiagge di cui dispone, per la limpidezza delle sue acque e per la qualità dei servizi offerti, in inverno è praticamente deserta mentre in estate si anima di turisti che passeggiano per le vie o sorseggiano aperitivi nei dehors dei molti locali. Di origini romane venne conquistata dai Longobardi e dai Saraceni per essere successivamente al centro di un territorio popolato da monaci basiliani. Sotto il dominio degli Angioini venne dotata di una cinta muraria, che fu  rafforzata con torrioni sotto il dominio degli Aragonesi. Il cuore pulsante della città è rappresentato da Piazza della Libertà sulla quale si affaccia il Palazzo del Municipio, ospitato nell’ex convento Francescano. Sulla piazza è ubicato l’obelisco di Sant’Oronzo.

Da vedere:

OstuniCattedrale:

Terminata nel 1495 la cattedrale dedicata a Maria Assunta ha una facciata in stile gotico ornata da lesene, da tre portali abbelliti da bassorilievi e sormontati da tre rosoni di cui il centrale di notevoli dimensioni. L’interno ha subito notevoli rimaneggiamenti che ne hanno stravolto le fatture originali, il soffitto è ornato da dipinti del ‘700.


Santuario di Sant’Oronzo:

Dedicato al Santo Protettore della città, che secondo la tradizione la liberò dal contagio di una terribile pestilenza, il santuario è posto a circa tre chilometri dal centro della città. La sua costruzione risale al XVII secolo. Si dice che la cripta, posta sotto al presbiterio, abbia ospitato il Santo al tempo delle persecuzioni contro i cristiani, praticate dall’imperatore Nerone. Una scala posta a sinistra della chiesa conduce i visitatori ad una fontana che, secondo la tradizione, venne fatta zampillare dal Santo.

Museo delle Civiltà Preclassiche:

Il museo, ospitato nell’ex monastero di Santa Maria Maddalena, è stato aperto nel 1989 e conserva reperti archeologici provenienti dalle varie campagne di scavi, effettuati in tutta la zona che circonda Ostuni. Uno dei reperti più interessanti  è costituito dai resti di una donna gravida, ritrovati nella grotta di Santa Maria di Agnano. Il reperto risalente al pleistocene venne ritrovato nel 1991 assieme al suo corredo funebre, costituito da bracciali di conchiglie, da un copricapo e da strumenti in pietra.

Le Spiagge: di notevole interesse turistico sono i 17 chilometri di spiagge di cui dispone la città, che ne fanno uno dei luoghi di villeggiatura più apprezzati della Puglia. Si tratta di lunghe spiagge sabbiose che si alternano a calette poste in mezzo agli scogli, tra giochi di luci e colori  particolarmente suggestivi. Il mare incontaminato e la bellezza dei fondali offre la possibilità di fare snorkeling e immersioni ed entrare in contatto con  innumerevoli varietà di pesci. Tra le spiagge vi segnaliamo: Pilone (spiaggia di sabbia fine con dune, divenuta riserva regionale);  Rosa Marina, costituita da un insieme di spiagge di sabbia fine; Costa Merlata, costituita da un insieme di calette che spuntano tra gli scogli; Torre Pozzella anch'essa caratterizzata da una serie di calette protette da alti scogli e da una torre di avvistamento del XVI secolo, da cui prende il nome.

 

Read 1647 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito