Week end a Portofino perla del Tigullio
Blog

San Fruttuoso

Rate this item
(1 Vote)
San Fruttuoso San Fruttuoso Giulio Arbinolo

San Fruttuoso è raggiungibile solamente a piedi tramite sentieri che partono da Camogli o da Portofino oppure in battello da Santa Margherita Ligure (45 minuti), da Portofino o da Camogli (30 minuti). I trasporti via mare sono gestiti principalmente da due compagnie Golfo-Paradiso  e Traghetti-Portofino, il prezzo si aggira sui 10€ andata/ritorno. L’abbazia è di proprietà del FAI dal 1983, data in cui venne donata dalla famiglia Doria Pamphilj che la possedeva dal 1862. Secondo la leggenda, l’abbazia venne fondata da cinque monaci a cui apparve in sogno il Vescovo Fruttuoso, morto al rogo assieme a due diaconi, il quale indicò ai monaci tre segni del luogo in cui avrebbero dovuto seppellire i suoi resti. I segni indicati dal Vescovo furono: un drago feroce, una caverna e una fonte d’acqua. I monaci guidati da un angelo arrivarono sugli scogli di Capodimonte e trovarono i tre segni, ucciso il feroce drago seppellirono le spoglie del vescovo. Secondo le ricostruzioni ufficiali, invece, il primo nucleo dell’abbazia venne costruito intorno al VII secolo dal Vescovo di Terragona, il quale costruì una cappella per seppellirvi i resti di San Fruttuoso. Fu tra il X e l’XI secolo che su volere di Adelaide, vedova di Ottone I, l’abbazia assunse le forme attuali. Nel XIII secolo la famiglia Doria, che la utilizzò per la sepoltura dei membri della famiglia, fece edificare il loggiato inferiore mentre il loggiato superiore venne edificato nel XVI secolo da Andrea Doria. Nel 1562 venne costruito il torrione per poter avvistare in tempo eventuali pericoli provenienti dal mare. L’abbazia fu in seguito abbandonata divenendo rifugio di pirati e abitazione di pescatori. Nel 1862 la famiglia Doria acquistò l’intero complesso sebbene versasse in avanzato stato di degrado, che accrebbe con l’alluvione del 1950. Nel 1954 nei fondali della Baia è stata posta la celebre statua del “Cristo degli Abissi” opera dello scultore Guido Galletti.

Orari: Ottobre/Marzo 10-15.45, Aprile/Maggio e seconda metà di settembre 10-16,45, Giugno/Settembre 10-17,45
Ingresso: Intero: 5€, Ridotto 3€
Ubicazione: Via S. Fruttuoso, 18, Camogli (GE)
Vai al Sito
Read 2974 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito