I castelli più belli della Valle D'Aosta

Castelli della Val Aosta

Blog

Castel Savoia

Rate this item
(1 Vote)
Castel Savoia Castel Savoia

Posto ai piedi del Colle Ranzola, in località Belvedere proprio per la splendida vista che vi si gode, il castello venne edificato tra il 1899 e il 1904 su volere della regina Margherita di Savoia. La sovrana, amante della montagna, si recava spesso in villeggiatura a Gressoney ospite del barone Beck Peccoz, di qui nacque il desiderio di costruire una residenza per le sue frequenti villeggiature. Il marito re Umberto I morì assassinato un anno dopo la posa della prima pietra quindi non riuscì a vedere la villa ultimata. Progettato dall'architetto Emilio Stramucci, l'edificio si sviluppa su tre piani ed è caratterizzato dalla presenza di cinque guglie una differente dall'altra. Lo stille medioevale del castello è evidente non solo nelle sue facciate esterne, rivestite di pietra grigia proveniente dalle cave di Chiappey, ma anche negli arredi interni, nei soffitti a cassettoni e nelle boiseries. Di particolare pregio i pavimenti in legno, il grande scalone e le tappezzerie in lino e seta tutti originali. Al pianterreno sono visitabili la sala da pranzo, la sala da gioco e la grande veranda con una splendida veduta sulla valle. Attraverso il maestoso scalone si raggiunge il piano nobile ove si trovano gli appartamenti reali di Margherita, Umberto I e la stanza del principe ereditario Umberto II. Al secondo piano, non visitabile, vi erano le stanze dei gentiluomini di corte. Su volere della Regina, che non gradiva gli odori dei cibi in fase di preparazione, le cucine si trovano in un locale attiguo al castello e, ad esso collegato tramite un binario sotterraneo per il trasporto dei piatti pronti.

Degno di nota è il giardino botanico posto intono alla residenza creato nel 1990. Nel giardino si trovano moltissime specie botaniche tipiche del paesaggio alpino.

Read 1876 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito