Informazioni Generali
Blog

Organizzare il viaggio

Rate this item
(0 votes)
Argentina Argentina Guilia Moreschi

L’organizzazione del viaggio

I voli interni

Abbiamo acquistato tutti i voli interni in una unica soluzione sul sito di Aereolineas Argentinas per usufruire dei tagliandi di volo con una tariffa preferenziale.
Queste, nell’ordine, le tratte che abbiamo acquistato:
-          Buenos Aires – San Martin de Los Andes
-          Bariloche – El Calafate
-          El Calafate – Ushuaia
-          Ushuaia – Trelew
-          Trelew – Buenos Aires

L’Aereoporto di partenza e arrivo a Buenos Aires è stato l’Aeroparque Jorge Newbery, molto più vicino alla città di quello internazionale di Azeiza, dove atterrano gli aerei provenienti dall’Italia.

La prenotazione degli alberghi.

Abbiamo prenotato tutti gli alberghi su Internet, utilizzando i motori di ricerca più noti.
Avendo deciso di stipulare un’assicurazione di viaggio, siamo riusciti a contenere i prezzi scegliendo, quando possibile, offerte speciali senza possibilità di rimborso.
Ci siamo tarati mediamente su una fascia di hotel posizionati nel centro delle città, a tre stelle o a tre stelle boutique, selezionando quelli con giudizi migliori. A questi ne abbiamo aggiunto uno a due stelle (che ne valeva di più) e uno quattro stelle che ci ha letteralmente “catturati” con le sue foto e che è risultato il migliore in assoluto. Abbiamo scelto tutte strutture con colazione compresa. Diciamo subito, e spiegheremo meglio poi, che la classificazione degli hotel, almeno per questa fascia di prezzo, è risultata non omogenea e non sempre affidabile.
Per quanto riguarda il budget, è opportuno tener presente che, per il cambio in moneta locale e per il tempo che intercorre tra la data di prenotazione e quella del pagamento effettivo, è necessario mettere in conto un’oscillazione dei prezzi che, salvo belle sorprese legate al mercato valutario, fa di solito, come nel nostro caso, lievitare leggermente i prezzi, soprattutto se calcolati con i convertitori reperibili su Internet.
Un elemento a favore dei turisti è, invece, che in Argentina se si viaggia con passaporto straniero e si paga con carta di credito internazionale o tramite bonifico bancario da banca estera non si è tenuti a pagare la tassa del 21% sui servizi di alloggio.
Una cosa che ci ha colpito è che nella quasi totalità delle strutture dove abbiamo alloggiato vi erano gatti. Se per molte persone questo è un vero piacere, per chi soffrisse di allergie la loro presenza negli spazi comuni potrebbe rappresentare un problema. In questi casi può essere utile informarsi prima di prenotare.

I trasferimenti

Per i trasferimenti da e per gli aeroporti, abbiamo di volta in volta controllato i prezzi sia su Internet (di solito si trovano nella pagina ufficiale degli aeroporti, alla voce Collegamenti) sia chiedendo all’hotel prenotato e abbiamo poi scelto il servizio più conveniente.
In qualche caso, come ad es. all’aeroporto di El Calafate, se si prenota da Internet si ha già uno sconto rispetto ai Taxi disponibili in aeroporto e, soprattutto, si ha uno sconto aggiuntivo sulla tratta di ritorno.

I Pagamenti

Durante il nostro viaggio è stato più facile ed economico cambiare denaro o pagare in Euro, piuttosto che prelevare dai bancomat, perché si ottenevano sconti o tassi di cambio migliori. Ufficialmente si può pagare ovunque con carta di credito, ma molti sono i negozi o i ristoranti che in questo caso applicano una percentuale in più che, al momento del nostro viaggio si aggirava sul 5,5%. Per capire dove convenisse cambiare, è stato sufficiente chiedere in hotel. È importante sapere che almeno uno dei cambi deve essere ufficiale, con ricevuta, perché, nel caso avanzassero pesos, è proprio questo documento che assicura la possibilità di riconvertirli in Euro, prima di lasciare il Paese. A proposito di cambio, è risultata utile una sottile tasca porta valuta da appendere al collo, sotto maglie o camicie.

Gli ingressi

Nessun viaggio organizzato di quelli da noi consultati comprendeva nel prezzo gli ingressi nei Parchi e nei Musei in programma. Il motivo è che sono piuttosto cari e in continuo aumento.
In guide come la Lonely Planet li trovate espressi in USA $, ma considerate, comunque, che anche questi prezzi sono, con molta probabilità, superati.
Importante sapere che ci sono Parchi il cui ingresso può essere pagato solo in contanti, in moneta locale

Read 454 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito