Da Orvieto a Caprarola attraverso la Tuscia

Da Orvieto a Caprarola

Blog

Informazioni Pratiche

Rate this item
(0 votes)
Tuscia - Lago di Bolsena Tuscia - Lago di Bolsena Alessandro Moreschi


valle dei calanchiDurata Viaggio: da 3 a 5 giorni

Trasporti

La zona è raggiungibile tramite l'autostrada A1 che collega Milano con Napoli. Per raggiungere le varie tappe dell'itinerario si possono percorrere le strade provinciali 55 - 48 e la regionale 2 che costeggia il lago, si tratta di strade molto panoramiche e tendenzialmente poco trafficate a meno che non decidiate di percorrerle in occasione di ponti o festività. L'itinerario si adatta ad essere percorso in moto. L'aeroporto più vicino è l'internazionale Leonardo da Vinci a Fiumicino.

Dove Dormire:

La zona è in generale ricca di agriturismi e B&B soprattutto intorno al lago di Bolsena dove si possono trovare anche Hotel e Campeggi. Di seguito alcuni link:

Aree sosta Camper     
Campeggi e Agriturismi
Hotel

Cucina:

La cucina tradizionale della Tuscia è un mix tra la cucina toscana-umbra e romana. La cucina tradizionale utilizza prodotti tipici del luogo come l'asparago verde di Canino, la lenticchia di Onano della quale si hanno notizie già dal 1561 oppure il marrone dei Monti Cimini. Il terreno di origine lavica permette della Tuscia permette la produzione di olio dal colore paricolarmente vivace, fresco, con un aroma intenso e fruttato. La produzione dell'olio soprattutto nelle zone del Viterbese risale al  periodo Etrusco, ancora oggi la potatura e la racconta delle olive avviene manualmente. Due tipologie di olio hanno ottenuto il riconoscimento DOP dalla UE l'olio extravergine Tuscia e l'olio di Canino. Come in tutto il Lazio il piatto forte della cucina sono i primi tra questi vanno menzionati i Lombrichelli, la zuppa di ceci e castagne e l’Acquacotta della Tuscia. I secondi utilizzano spesso le carni di maiale o i prodotti ittici provenienti dal lago di Bolsena come il corregone, l’anquilla e il persico reale cucinati fritti o marinati oppure come condimento per la pasta o ripieno per gli gnocchi. Da provare l’anguilla alla Vernaccia e il Coregone alla griglia condito con rosmarino e finocchietto selvatico o il Luccio alla Bolsenese. Dal maiale si ricava un particolare tipo di insaccato denominato Lombetto di Maiale perchè utilizza l'intero muscolo lombare e dorsale del maiale, bagnato nel vino e aromatizzato con spezie o pepe nero dei Monti della Laga. Di questo particolare insaccato si hanno notizie da documenti notarili redatti nel 1352. Tra i dolci spiccano il Panpepato della Tuscia i Ravioli dolci di Castagne oltre che i dolcetti preparati con le nocciole coltivate nella zona. Dalle nocciole si ricava il famoso pesto utilizzato per arricchire i primi ma anche le insalate, gli arrosti e la carne di coniglio. Le nocciole della qualità "Tonda Gentile Romana" coltivate sui Monti Cimini vengono anche usate anche nella produzione di dolci quali il torrone, i croccanti, i confetti ma anche formaggi e liquori. La produzione vinicola del territorio è famosa in tutto il mondo tra questi vi segnaliamo l’Est!Est!!Est!!! di Montefiascone, l’Aleatico di Gradoli, la Cannaiola di Marta.

ATTENZIONE: Tutte le informazioni relative ad orari e prezzi di questo itinerario sono aggiornate al 2015.

 

Read 2682 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

 Itinerario

Partenza: città di Orvieto

Tratta Distanza in KM
Orvieto-Civita di Bagnoreggio 22
Civita-Montefiascone 16
Montefiascone-Bolsena 15
Bolsena-Gradoli 24
Gradoli-Tuscania 28
Tuscania-Viterbo 4
Viterbo-Bagnaia 32
Bagnaia-Caprarola 20
Percorrenza Totale 161
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito