Dalla Ciociaria all'Agropontino
Blog

Terracina

Rate this item
(2 votes)

Terracina

Nota località balneare, dispone di più di 4 chilometri di spiagge di dorata sabbia fine. Il primo nucleo della città venne edificato dove ora sorge la città alta, mentre la città bassa è di origini più recenti, qui trovano sede attività turistiche, negozi, bar. Secondo la leggenda, venne fondata da un gruppo di esuli di Sparta, che seguendo le loro usanze, facevano cenare gli ospiti a terra “Terra Cena”, da qui il nome Terracina. In realtà si pensa che la città venne fondata dai Volsci, ma raggiunse il suo massimo splendore e sviluppo in epoca Romana, quando, grazie al suo porto, fu al centro di molti scambi commerciali. Terracina rappresentò, sempre in epoca romana, un’importante punto di collegamento tra Roma e i possedimenti meridionali dell’impero, al punto che Traiano per rendere più agevoli i trasporti fece tagliare il Pisco Montano, visibile ancora oggi.

Coordinate GPS: 41.2963728, 13.233265699999947
Ufficio del turismo: Viale Europa, 204

Da vedere:

Tempio di Giove Anxur:

Posto sulla cima del monte Sant’Angelo, il tempio venne edificato nel I secolo A.C. come parte di altre 7 costruzioni. Le sue poderose arcate sono visibili anche da molto lontano, notevole è la vista che si gode sul golfo, sulle isole e sull’entroterra. In estate si consiglia la visita al tempio al mattino oppure nel tardo pomeriggio quando il sole è meno caldo.

Duomo:

Terracinaposto nella parte bassa della città, il duomo venne costruito nel XII secolo e dedicato a San Cesario. Preceduto da una scalinata e da un portico sorretto da colonne è stato ampiamente rimaneggiato nel 700, l'interno è a tre navate divise da colonne. Da notare il campanile in stile romanico-gotico.

Piazza del Municipio:

assieme a Palazzo Venditti e al Capitolium la Piazza è il centro della Terracina Medioevale sulla quale si apre l’area del Foro Emiliano

Museo Civico:

TerracinaSituato nel centro storico, all'interno della Torre Frumentaria racchiude reperti di ritrovamenti delle aree circostanti.

Dal porto della città partono  traghetti e navi veloci per le isole Pontine, Ponza è visitabile anche con una gita giornaliera mentre se volete recarvi a Ventotene vi consigliamo di soggiornare sull’isola almeno una notte.

Read 3564 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

 Itinerario

Partenza: borgo di Alatri

Tratta Distanza in KM
Alatri-Fumone 9
Fumone-Ninfa 72
Ninfa-Sermoneta 7
Sermoneta-Abb. Fossanova 38
Fossanova-San Felice Circeo 30
San Felice-Terracina 16
Terracina-Fondi 20
Fondi-Grotte di Pastena 25
Grotte di Pastena-Sperlonga 36
Sperlonga-Gaeta 16
Gaeta-Montecassino 55
 Totale KM 324
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito