Le Langhe terre di vini e colline

Langhe Mappa

Blog

Cherasco

Rate this item
(1 Vote)
Cherasco Cherasco Alessandro Moreschi

Ufficio del Turismo: Via Vittorio Emanuele, 72 – sabato e domenica 9/12 e 14/18 – Martedì/Giovedì 9/12,30 e 14,30/16,30 Lunedì e Venerdì 9/12,30

La città sorse nel 1243 su volere del comune di Alba e dei centri limitrofi allo scopo di contrastare l’influenza economica e politica del comune di Asti, nel 1387 costituì la dote di matrimonio di Valentina figlia di Galeazzo, sposa di Luigi d’Orleans. Nel 1559 passò di proprietà dei Savoia grazie al trattato di Chateau-Cambreis, mentre nel 1796 venne firmata nel palazzo Salmatoris la resa delle truppe Sabaude a Napoleone. La città, adagiata su di un ampio sperone di roccia, ha una pianta a scacchiera attraversata da ampie e belle vie sulle quali si affacciano edifici che vanno dal medioevo all’epoca barocca. La città è molto viva e ricca di eventi tra i quali I Grandi Mercati dell'Antiquariato e le Fiere della Lumaca, tanto da essersi meritata l'appellativo di capitale della lumaca, grazie anche ai numerosi allevamenti ed alla presenza dell'Istituto Internazionale di Elicicoltura. Dal 2014 a Cherasco, grazie ad un accordo con il comune di Monaco di Baviera, si tiene l'Octoberfest delle Langhe, unica festa ella birra ufficialmente riconosciuta dalle autorità bavaresi.

Da vedere:

Museo della Magia

E' il più importante museo italiano dedicato alla magia e all'illusionismo. Il museo nasce da un'idea di Don Silvio Mantelli, conosciuto anche come Mago Sales, che nel corso dei suoi viaggi in giro per il mondo ha collezionato oggetti appartenuti ai più grandi maghi della storia. Il museo è ospitato nelle 4 sale del vecchio asilo comunale, che adeguatamente ristrutturate, permettono a grandi e piccini di intraprendere un viaggio nel mondo dell'immaginario e della magia. I visitatori vengono coinvolti in esperimenti e prove pratiche grazie anche all'ausilio di supporti multimediali, che permetteranno loro di scoprire le origini della magia e i principali strumenti dei maghi. Durante le varie tappe del museo entrerete in contatto con la bocca della Verità, la Testa Parlante, la Foresta Incantata, i grandi maghi e potrete addirittura partecipare ad una seduta spiritica, per capire i trucchi dei medium. Potrete inoltre visitare il Giardino delle Fate e lo Scrigno Magico.

Ubicazione: Via Cavour 33/35 
Orari: Inverno Domenica 14,30-18 - Estate Sabato 15-18, Domenica e Festivi 9,30-13 e 14,30-18; E' possibile prenotare visite di scolaresche o gruppi durante tutti i giorni della settimana telefonando al 0171/1908030
Ingresso: Intero 6€, Ridotto 4€ (over 65, bambini da 6 a 11 anni, accompagnatori di disabili, insegnanti, residenti in Cherasco)
Vai al Sito

CherascoChiesa di San Martino:

Costruita tra il XIII e il XIV secolo ha forme romaniche con interno a tre navate.

Chiesa di San Pietro:

Costruita tra il XII e il XIII secolo in stile romanico è la chiesa più importante della città. Di pregio è la facciata ornata da loggette, l’interno a tre navate è riccamente ornato da affreschi, statue e sculture. Il campanile anch’esso in stile romanico dispone di aperture a monofore bifore e trifore

 

Cherasco

 

Via Vittorio Emanuele II:

E' la via principale della città affiancata da caratteristici porticati ad arco, vi si affacciano belle case medioevali, vinerie, botteghe artigiane, negozi, trattorie e la chiesa di Sant’Agostino, l’Arco del Belvedere segna la fine della via.

 

 

Il castello Visconteo:

Il castello, di proprietà privata, è attualmente in restauro. In estate vengono organizzati eventi nel parco.  Vai la sito 

CherascoMuseo civico Giovan Battista Adriani:

Il museo è situato all'interno del settecentesco Palazzo Gotti di Salerano. Molto bella è la Sala della Sapienza con affreschi risalenti al 1672-1681, opera del pittore Sebastiano Taricco. Il museo dispone di una collezione di documenti di storia piemontese, oggetti antichi come anfore, statuette e urne cinerarie ed un interessante raccolta di monte.

Bastioni

Ormai interamente ricoperti da detriti i bastioni, per i quali la città era famosa, offrono l'occasione per una gradevole e panoramica passeggiata.

Read 4089 times

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito