Canton Vallese
Blog

Sion

Vota questo articolo
(2 Voti)
Canton Vallese -- Sion Canton Vallese -- Sion

Vigneti e castelli sono il simbolo di quella che viene considerata la città più soleggiata della Svizzera. A partire dal IV secolo la vita della città  ruotò intorno all’antico monastero e al suo vescovado che per secoli costituì il fulcro politico, spirituale ed economico della regione. Oggi capitale del Canton Vallese, con i suoi 30.000 abitanti Sion è una vivace cittadina che conserva importanti tesori del passato a partire dai suoi quattro castelli. A spiccare dall’alto dei due colli sono la Fortezza di Valere e di Tourbillon, la prima costruita a partire dal 1049 come residenza dei canonici che vi costruirono un borgo fortificato a protezione dell’antica abbazia che oggi custodisce l’organo a canne funzionante più antico del mondo.

La visita al borgo fortificato è libera e gratuita mentre è a pagamento la visita guidata. Sulla collina opposta si erge il castello di Tourbillon edificato nel 1300 su volere dell’allora vescovo. Nonostante la sua parziale distruzione avvenuta nel 1778 in seguito ad un incendio la sua imponenza colpisce ancora l’occhio dei turisti. Grazie ai restauri è tutt’oggi riconoscibile l’appartamento del vescovo, il torrione centrale e le pitture sui muri della cappella. Il castello dista circa 30 minuti a piedi dal centro cittadino ed è visitabile da aprile ad ottobre.

Non perdetevi una visita nel cuore cittadino alla scoperta dei suoi antichi tesori, delle sue belle piazze o nei vigneti circostanti ove grazie ad un ingegnoso sistema di canalizzazione delle acque Bisses si produce il Fendant, un vino bianco molto apprezzato.

A poca distanza da Sion si trovano:

-        il lago sotterraneo di Saint Leonard lungo ben 300 metri per una larghezza di 20. Il lago è visitabile a bordo di piccole imbarcazioni solamente durante il periodo estivo. Vai al Sito

-       la Diga Grand Dixence con il suo muro di sbarramento alto ben 285 metri. La diga è raggiungibile sia a piedi che in funivia, l’interno delle mura è visitabile attraverso un percorso di soin et lumier. In prossimità della diga si trovano il museo della diga, la cappella di Saint-Jean, un hotel-ristorante ed una caffetteria. Vai al Sito

Letto 1698 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito