Valle d'Aosta

Valle d'Aosta

Arroccato in cima alla rupe, il forte domina l’ingresso alla Valle, costituendo con la sua imponente struttura, un’inespugnabile sbarramento. Le origini del Forte risalgono sicuramente al periodo preromano, quando sull'altura esisteva un presidio fortificato, utilizzato anche in epoca Romana. Intorno all'anno 1000 il Forte appartenne al visconte di Boso (capostipite degli Challant), ma nel 1234 venne espugnato da Amedeo IV, rimanendo di proprietà dei Savoia fino alla resa a Napoleone, avvenuta il 1 giugno del 1800. Durante il periodo di appartenenza alla casa Savoia il forte venne utilizzato come presidio…
Situato sulla riva destra della Dora Baltea, nel centro dell’omonimo villaggio, il castello dispone di un esterno piuttosto anonimo che non lascia immaginare la bellezza e la ricchezza dei suoi interni. Edificato probabilmente sui resti di una antica villa romana, la dimora fu inizialmente proprietà del vescovo di Aosta per passare successivamente alla famiglia degli Challant. Nel corso degli anni il castello subì diversi rimaneggiamenti, i più significativi avvennero intorno al 1480 ad opera di Giorgio di Challant che trasformò il maniero in una splendida dimora rinascimentale arricchita da affreschi…
Posto in cima ad un picco roccioso, all'ingresso della Valle d’Ayas, è raggiungibile, grazie ad una mulattiera, con una passeggiata in salita di circa 10 minuti. Il castello, che rappresenta uno stupendo esempio di architettura difensiva, ha la forma di un poderoso cubo con 30 metri di lato che poggia direttamente sulla roccia. L’attuale aspetto è da attribuirsi ai lavori intrapresi da Ibleto di Challant nel 1390 e da Renato di Challant nel 1536. Questi ultimi servirono ad adeguare il castello alle nuove esigenze militari, grazie alla costruzione di una…
Il castello, di origini piuttosto recenti, è stato edificato agli inizi del ‘900 su progetto dell’Ingegnere Carlo Saroldi per Charles Maurice Gamba. Il barone con l'edificazione di questa dimora voleva dare all'amata moglie Angélique Passerin d’Entrèves la possibilità di trascorrere lunghi periodi vicino alla sua famiglia, che risiedeva nel castello di Chatillon. Nonostante il suo aspetto austero, che riprende lo stile dei palazzi dell'inizio del '600, il castello venne dotato di ogni confort, venne addirittura istallata un'ascensore che portava dal primo al secondo piano. Sfortunatamente i destini della coppia furono…
Se la Valle d’Aosta ci ha abituati a vedere i suoi castelli posti in cima a colli o rupi, Fenis rappresenta l’eccezione, infatti è posto su di un lieve promontorio in mezzo ad una piana, circondato da prati e boschi. Costruito intorno al 1242, la sua posizione richiese un’imponente struttura difensiva, che venne ampliata e fortificata nel corso dei secoli. Attualmente la struttura si presenta con una pianta a forma pentagonale circondato da una doppia cinta muraria ornata da merli, gli angoli hanno torrette circolari e torri quadrate. Le torri…
Ufficio del Turismo: Piazza Chanoux Emile, 45 Di origini antichissime, la leggenda vuole venne fondata nel 1150 a.C. da Cordelia da Cordero capostipite dei Salassi e discendente di Saturno, compagno di spedizione di Ercole. Durante il periodo romano, la città fu dapprima un accampamento militare per divenire in periodo Augusteo una città fortificata a garanzia della percorribilità delle vie consolari che collegavano Roma  all'Europa. L’accesso alla città poteva avvenire tramite 4 porte aperte sulla mura di cinta, all'interno erano presenti i quartieri residenziali, le terme, il teatro, il foro e…
Il castello è posto su di un terrazzamento che poggia su dei sostegni ad arco, visibili in lontananza.In seguito ai numerosi rimaneggiamenti subiti durante la sua storia non ha più l’aspetto del tipico castello medioevale, ma assomiglia quasi ad una villa signorile. La primaria costruzione venne iniziata nel 1242 ad opera di Giacomo di Quart. Dopo vari passaggi la dimora divenne di proprietà di Francesco Ferrod il quale nel 1710 iniziò imponenti lavori di modifica, della costruzione originale rimasero solo le fondamenta e l’attuale torre. Successivamente il castello subì vari…
Il castello, posto in una conca in mezzo ad un bellissimo meleto,  contrasta notevolmente con il dirimpettaio castello di Saint Pierre dalle romantiche fattezze. In origine era un semplice podere fortificato con la fattoria, la torre castellana e la cappella, solo in tempi successivi con la divisione della famiglia Sarriod in Introd e La Tour la dimora venne trasformata in un vero e proprio castello con funzioni di rappresentanza. Tra il XIV e il XV secolo al donjon vennero aggiunti diversi corpi di fabbrica mentre lungo le mura di cinta…
Le origini del castello risalgono molto probabilmente al XII secolo, ma le attuali fattezze si devono ad ampliamenti e modifiche apportate nel 1260 da Pierre Sarriod d’Introd e ad altre avvenute nel XV secolo. Il castello, che si presenta con forma quasi circolare con al centro una torre quadrata, durante il XVIII secolo subì due rovinosi incendi i cui danni vennero riparati solo nel ‘900 ad opera del cavalier Gonella. Di fronte al castello da notare il granaio, dove venivano stipati sementi e grano, una delle poche strutture del 400…
Posto in posizione dominante, a picco sull'omonimo villaggio, il castello ha un aspetto fiabesco, che si discosta notevolmente dagli altri castelli della Valle d'Aosta, tale aspetto è dovuto a vari rimaneggiamenti avvenuti nel corso dei secoli, tra i più evidenti l’aggiunta delle torrette sporgenti e del camminamento sorretto da archetti, che ne fanno quasi un set cinematografico. Il castello veniva nominato in documenti ufficiali già nel 1191 quando era formato da due corpi di fabbrica distinti La Casa-Torre e la Torre, successivamente unificati con l'aggiunta di edifici  militari e civili.…
Ufficio del Turismo: Piazza Vittorio Emanuele II, 15 - Chiuso lunedì e martedì Tipico paesino di montagna, posto ai piedi del massiccio del Monte Bianco, rappresenta il punto di partenza per escursioni sulle vette circostanti, per praticare rafting sulle acque della Dora oppure per un escursione agli orridi (profonda gola scavata dall'erosione della acque della Dora Verney). La località, già conosciuta in epoca romana per gli effetti benefici delle sue acque, è divenuta negli ultimi anni uno dei luoghi più frequentati della Valle, grazie alla riapertura dei modernissimi stabilimenti termali.…
Ufficio Turistico: Piazzale Monte Bianco, 13 La località, posta all'estremità della Valle al confine con la Francia, è un apprezzato centro di villeggiatura, molto caratteristiche sono le vie del centro con case molto curate, negozi delle migliori marche, bar e ristoranti. La città è nota a livello internazionale per le sue magnifiche piste da sci, per i suoi fuori-pista come la discesa del ghiacciaio del Toula e per le piste di sci nordico adatte anche a sciatori non esperti. Svariati sono i percorsi praticabili con le ciaspole tutti adeguatamente segnalati.…
Champorcher è il comprensorio sciistico più vicino per tutti coloro che arrivano da Milano o da Torino. La sua posizione poco esposta al sole e battuta dai venti le permette di mantenere un buon fondo innevato anche nelle tiepide giornate primaverili. Il comprensorio dispone di circa 21 chilometri di piste tre la quali l'impegnativa pista del bosco, in passato utilizzata per la preparazione alla Coppa del Mondo dalle nazionali italiane, francesi, svedesi e spagnole. Il comprensorio è coordinato dal Monterosa SKI e dispone di moderni impianti di risalita con piste ottimamente…
Delizioso borgo di montagna dove regna una suggestiva atmosfera d'altri tempi, grazie alle sue antiche case di legno e pietra ma soprattutto al fatto che il piccolo paese è raggiungibile solamente a piedi oppure con la funivia che parte da Buisson. Posto a 1815 metri d'altitudine è il comune più alto della Valle d'Aosta. Conosciuto con l'appellativo di "perla delle Alpi" dispone di ben 16 chilometri di piste che, grazie all'innevamento artificiale sono sempre in ottime condizioni. Chamois promette spendide vacanze agli amanti della semplicità, delle cose e dei sapori autentici, lontani dai…
La Diga Arrivando dalla valle rimarrete sicuramente impressionati dalla possente muraglia ad arco che forma lo sbarramento per quella che è considerata una delle più grandi dighe d’Europa. La spettacolare opera di ingegneria, costruita tra il 1955 e il 1965, ha un’altezza di 155 metri per una lunghezza di 678 metri. Le muraglia alla base misura ben 47 metri per restringersi verso la cima fino ad una larghezza di 6,43 metri. Durante la costruzione della diga il cemento necessario veniva trasportato da una teleferica che partiva dalla stazione ferroviaria di…
Posto ai piedi del Colle Ranzola, in località Belvedere proprio per la splendida vista che vi si gode, il castello venne edificato tra il 1899 e il 1904 su volere della regina Margherita di Savoia. La sovrana, amante della montagna, si recava spesso in villeggiatura a Gressoney ospite del barone Beck Peccoz, di qui nacque il desiderio di costruire una residenza per le sue frequenti villeggiature. Il marito re Umberto I morì assassinato un anno dopo la posa della prima pietra quindi non riuscì a vedere la villa ultimata. Progettato…
Posta ai piedi del Monte Cervino è una delle località più note della Valle d'Aosta, divenuta famosa anche grazie al Mike Buongiorno che proprio in queste piste amava trascorrere le sue giornate sugli sci. Cervinia fa parte del comprensorio Breuil-Cervinia-Valtournance-Zermat, 150 chilometri di piste che si sviluppano su tre vallate e due nazioni rappresenta uno dei comprensori più estesi di tutto l'arco alpino. Cervinia è anche uno dei pochi posti di tutto l'arco alpino dove è possibile partire e rientrare in paese sempre con gli sci ai piedi, questo è…
Facilissima da raggiungere grazie alla modernissima funivia che da Aosta porta in 17 minuti direttamente al comprensori sciistico. Notevole il panorama che si gode sul Gruppo del Monte Bianco e su quello del Monte Rosa. Le piste, dotate di impianto di innevamento artificiale, sono piuttosto larghe e si snodano tra boschi di larici e abeti. Grazie alla sua posizione in una conca ed alla sua ottima esposizione le piste sono soleggiate e protette dai venti. Il comprensorio di Pila dispone di 71 chilometri di piste poste ad un'altitudine che varia…
La località più glamour della Valle d'Aosta, posta ai piedi del Monte Bianco, è stata una delle prime ad imporsi nel turismo invernale con piste adatte a tutti. Molto bella la città ricca di negozi, locali notturni, bar, paninoteche e ristoranti. Fanno da cornice un bel palazzo del ghiaccio con pista di pattinaggio coperta e palestra di arrampicata oltre a possibilità di effettuare escursioni sulle ciaspole, praticare golf sulla neve, sleddog, heliski. Le piste da sci sono raggiungibili direttamente dal paese tramite la funivia che porta a Plan Chécrouit oppure da Entreves…
Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito