Il Perigord Noir
Blog

Villaggio di Beynac e Castello

Vota questo articolo
(1 Vota)
Bejnac Bejnac Angelica Fietta Lagna

Classificato tra i più bei villaggi di Francia, Beynac è arroccato su di una roccia ricca di caverne. Passeggiando a piedi tra le viuzze lastricate e le case in pietra del villaggio si intuisce subito il suo passato millenario. Numerose sono caverne poste nell'area circostante che testimoniano insediamenti avvenuti sia nell’età del bronzo, mentre le numerose case scavate nella roccia testimoniano la presenza di cacciatori di renne.

Haile de Beynac, primo signore della città fece costruire nel 1050, su di una roccia di falesia, l'omonimo Castello con lo scopo di controllare e difendere il territorio circostante. Si tratta di un castello a forma di quadrilatero irregolare, molto austero, con un dongione sormontato da merlature e protetto da un doppio muro difensivo. Con il matrimonio di Alienor d’Aquitania con il futuro re d’Inghilterra Henry Plantagenet tutta l’Aquitania passò sotto il dominio inglese e vi restò, tranne un breve periodo, fino al 1199 quando la famiglia Beynac riprese il dominio sulla città. Tra il XIII e il XIV secolo la potenza militare e politica della nobile  famiglia permisero alla città  e alla sua fortezza di accrescere la loro influenza su tutta la zona e lottare contro il dominio degli odiati inglesi.Bejnac

Durante la guerra dei 100 anni i vassalli del re di Francia e le truppe inglesi si scontrarono ripetutamente in queste valli fino a quando nel 1453, vicino a Bordeaux, la vittoria dei francesi contro le truppe inglesi cacciò definitivamente gli stranieri donando a tutta la zona un lungo periodo di pace e prosperità. In questo periodo castello venne abbellito, vennero costruite case e negozi lungo il fiume, si sviluppò il commercio praticato tramite le gabarres, piccole imbarcazioni dal fondo piatto dove venivano caricate le merci in arrivo dai paesi stranieri oppure le merci prodotte localmente. Nei territori intorno alla città si contavano ben tre mulini ad acqua, molto famosi erano i vini di Domme e di Beynac.

Sfortunatamente durante il XVI secolo le guerre di religione costrinsero la popolazione ad ulteriori sacrifici, mentre nel XVII secolo il re di Francia riconobbe le terre di Beynac come Marchesato. Nel 1811 la famiglia di Beynac si estinse lasciando come testimonianza del suo antico potere il castello e il villaggio. 

All'interno del castello rimangono ben conservate le decorazioni in legno degli appartamenti, la sala degli Stati del Perigord, che conserva un bel camino rinascimentale, e arazzi di notevole valore. Si arriva alla fortezza dopo una camminata in salita per le vie di Beynac, la vista che si gode dal castello è incantevole. Nel castello è stato girato il film “Giovanna D’Arco” di Luc Besson.

Orari: aperto tutti i giorni
Prezzi: consultare il sito
Posizione GPS: 44.840032, 1.1455607000000327

Vai al Sito

                                                   

Letto 3632 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

 Itinerario

Partenza: Traforo del Frejus

Tratta Distanza in KM
Frejus-Castello di Jumillac 615
Jumillac-Hautefort 35
Hautefort-Montignac 34
Montignac-La Roque de Saint Christope 15
La Roque-Maison Forte de Reignac 2,5
Reignac-Les Eyzies 7
Les Eyzies-Sarlat 22
Sarlat-Castello di Biron 62
Biron-Cadouin 30
Cadouin-Beynac 30
Beynac-Les Milandes 9
Les Milandes-Castelnaud 5,4
Castelnaud-La Roque de Gageac 25
Gageac-Castello di Fenelon 22
Fenelon-Rocamadour 40
Rocamadour-Gouffre de Padirac 17
 Totale Km  970
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito