Torino e il cioccolato
Blog

Torino e il Cioccolato

Vota questo articolo
(0 Voti)

La tradizione che lega Torino alla cioccolata è molto antica pare risalga addirittura al 1560 quando l'allora re del Ducato di Savoia Emanuele Filiberto per festeggiare il trasferimento della capitale del regno da Chambery a Torino offrì alla corte una tazza di cioccolata fumante. Nacque subito l'amore, un amore che non abbandonò più la città anzi, crebbe di anno in anno creando sempre nuovi prodotti come il Gianduiotto, il Bicerin, l'Alpino, la crema spalmabile e nuove tecniche di lavorazione e produzione.

Oggi Torino e il suo distretto industriale producono circa 85.000 tonnellate di cioccolato all'anno posizionandosi al primo posto in Italia e tra i primi a livello Europeo. Accanto a grandi realtà industriali come Ferrero e Caffarel, a Torino si possono trovare aziende artigianali che pur continuando a portare avanti la grande tradizione del cioccolato vi uniscono nuove tecniche produttive e nuovi prodotti, adeguandosi al mutare dei gusti.

Il prodotto più famoso della tradizione cioccolataia torinese è sicuramente il Gianduiotto. Il suo nome è legato alla maschera torinese Gianduia il cui cappello ricorda la forma del cioccolatino. I Gianduiotti vennero inventati nel 1858 da Michele Prochet che riuscì ad ottenere un finissimo impasto fatto di cioccolata, nocciole Tonde Gentili delle Langhe, zucchero e vaniglia. Secondo la tradizione fu a causa del blocco continentale imposto da Napoleone che i cioccolatai torinesi non riuscendo più a procurarsi la materia prima cercarono di sostituire al cioccolato con le nocciole prodotte nelle vicine Langhe. Il Gianduiotto fu il primo cioccolatino ad essere incartato con la tipica carta d'oro simbolo di regalità e prestigio, ancora oggi la pasticceria Stroppiano incarta a mano il famoso cioccolatino.

Ecco le migliori cioccolaterie in città:

Cioccolateria artigianale Guido Gobino: considerato in città il Re del cioccolato costituisce una tappa obbligata per tutti coloro che si recano in visita alla città. Giuseppe Gobino ha sostituito il padre Guido alla guida dell'azienda mantenendo comunque l'altissima la qualità del prodotto ed aggiungendo alla produzione dei classici Gianduiotti e crema spalmabile Gianduia anche i Tourinot, le Ganaches, la Cialdine e le Tavolette di cioccolata. Due sono le sedi della Gobino a Torino la sede storica posta in Via Cagliari e la bottega posta in Via La Grange nel cuore della città.

Cioccolateria Peyrano: fondata nel 1915 da Antonio Peyrano la cioccolateria divenne nel giro di pochissimo tempo una delle più famose della città, al punto da divenire fornitore ufficiale della casa Savoia. Oggi con la sua svariata produzione di Gianduiotti, Cremini, lingue di gatto e i famosi Grappini rappresenta uno dei paradisi del cioccolato della città.

Pfatish: fondata nel 1915 dal maestro cioccolataio di origine bavarese Gustavo Pfatisch la cioccolateria ha saputo mantenere nel tempo la sua produzione di altissima qualità aggiungendo via via nuove produzioni. Vale veramente la pena una visita al suo negozio, nominato locale storico d'Italia, con i suoi antichi arredi e i suoi lampadari d'epoca. Secondo molti i pasticcini prodotti in questa pasticceria sono i migliori della città!

Baratti e Milano: uno dei locali storici di Torino, al quale nel 1875 fu concesso da Re Vittorio Emanuele II l'onore di fregiarsi dello stemma reale. L'antica caffetteria venne fondata da Ferdinando Baratti e da Edoardo Milano nel 1858 divenendo nel giro di pochissimo tempo il luogo d'incontro del bel mondo torinese, tra i suoi frequentatori più illustri troviamo  Guido Gozzano, Quintino Sella e Pietro Mascagni. Famosissime le caramelle digestive prodotte dall'antica fabbrica, come pure i gianduiotti, i prodotti di pasticceria fresca o secca e il famoso Bicerin a base di caffè, cioccolato e crema di latte, da non confondere con l'omonimo liquore. Vale sicuramente la pena una visita alla bellissima caffetteria con i suoi arredi, i suoi stucchi e i suoi soffitti.

Guido Castagna: Nonostante la sua storia molto recente rispetto alle altre cioccolaterie cittadine, la Guido Castagna è nata solamente nel 2002, nel giro di pochissimo tempo è riuscita ad affermarsi come una delle migliori cioccolaterie della città grazie alla cura, alla passione, alla professionalità e alla varietà di prodotti offerti.

Pasticceria Stratta: Posta in Piazza San Carlo, nel cuore storico cittadino, la pasticceria è aperta dal 1836. Tra i suoi ospiti illustri spiccano la Real Casa e il Conte Camillo Benso di Cavour, al quale sono state dedicate le Gioie di Cavour prelibatezze a base di nocciole e cioccolata. Tra le altre specialità della casa spiccano le Corone Sabaude a base di granella di nocciole e crema gianduia ricoperte da cioccolato fondente o al latte oppure i Turineis preparati con pasta di marroni e cioccolato al rhum racchiusi da due strati di meringa ricoperti da cioccolato fondente. L'antico locale con le sue vetrine in legno pregiato e i suoi cristalli è stato annoverato tra i "Locali storici d'Italia".

 

 

Letto 2146 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito