I Grandi Parchi
Blog

Quebec: Fiordo di Saguenay

Vota questo articolo
(0 Voti)
Canada Canada

Il fiordo di Saguenay, il più meridionale dell’emisfero settentrionale, è uno dei luoghi più spettacolari dell'intero Québec. Di origine glaciale, il fiume si forma come emissario del Lake Saint Jean e scorre per circa 100 Km attraverso uno spettacolare canyon, le cui pareti superano in alcuni punti i 500 metri di altezza. Le sue acque sono profondissime: arrivano a 270 metri e solo in prossimità della foce risalgono a 20 metri.
Tutta la zona circostante è tutelata e ci sono sentieri che portano a luoghi panoramici di eccezionale bellezza, sia all’interno del Parc du Saguenay (dove è possibile anche trascorrere la notte nei rifugi), sia al di fuori di esso, come ad esempio a SainteRose du Nord, bella località turistica posta in un punto particolarmente panoramico del fiordo.
Il suo Centro Turistico è un buon riferimento per chi voglia effettuare crociere lungo il fiordo di Saguenay, partecipare ad escursioni in canoa o avere informazioni su percorsi naturalistici da effettuare in zona.
Noi abbiamo sperimentato sia il sentiero della “strada della montagna”, che parte proprio appena al di sotto del centro accoglienza e porta in due diversi punti panoramici, entrambi eccezionali, del fiordo, sia il sentiero che parte dal molo, alle spalle dei punti di ristoro posti di fronte al molo di Sainte Rose du Nord. Anche questa passeggiata regala un paio di scorci molti suggestivi: si tratta di percorsi brevi, anche se in salita, assolutamente da consigliare.
In prossimità di Sainte Rose du Nord, un luogo interessante, anche se per raggiungerlo è necessario percorrere circa 7 Km di strada sterrata, è il Pourvoire du Cap au Leste: un albergo-ristorante posto in una posizione splendida, con ampia vista del fiordo di Saguenay. Questa struttura, che offre soggiorni in bungalow e yurta, organizza escursioni in mountain-bike, a piedi, in canoa e kayak.

Chicoutimi, un tempo importante centro per il commercio delle pellicce, è oggi una vivace città universitaria, in prossimità dell’unico ponte che collega le due sponde del fiordo di Saguenay. Da non perdere è la visita a La Pulperie, imponente edificio industriale sorto per la lavorazione della cellulosa e oggi adibito a spazio museale. Molto interessanti gli interni che ripercorrono la storia del Paese attraverso quella della fabbrica di cellulosa e ospitano mostre di vari artisti locali. Fra questi, la casa di Arthur Villeneuve, pittore naif di rilevanza internazionale, interamente dipinta, sia all’interno che all’esterno, è una vista davvero sorprendente e affascinante.
Molto piacevole anche il fatto che nelle opere di Villeneuve, che si sviluppano lunga una buona parte del secolo scorso, si ritrovano elementi tuttora esistenti nella realtà locale, come ad esempio il piccolo battello Marjolaine, ancorato a Sainte Rose du Nord, pronto per le crociere lungo il fiordo di Saguenay.
Gli esterni de La Pulperie, uno spazio dal prato perfetto, tanto da sembrare un campo da golf, dove spesso nella bella stagione si organizzano spettacoli ed eventi, sono altrettanto interessanti e passerelle di legno ne consentono l’esplorazione fino al lungofiume, dove sono ancora evidenti le grandi strutture di supporto alle condotte forzate che convogliavano le acque del fiume.

Letto 3722 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito