Fiandre: nei luoghi delle birre

Fiandre. i luoghi della birra

Blog

Dinant

Vota questo articolo
(0 Voti)

Posta nella valle della Mosa Dinant è indubbiamente una delle più affascinanti città del Belgio. Di origini medioevali deve la sua fama non solo alla sua bellezza ma per essere la città natale di Adolphe Sax, inventore del sassofono, e perchè qui viene prodotta una delle birre più famose al mondo: la Leffe. 

La visita alla città non può che cominciare dalla Cittadella Fortificata raggiungibile attraverso una scalinata di ben 408 gradini oppure grazie alla funicolare. Costruita nel XI secolo e ricostruita su volere dei Principi-Vescovi di Liegi nel '500 venne abbondantemente rimaneggiata nell'ottocento. Da non perdere il belvedere e il museo delle armi.

Tornati nella città bassa meritano una visita l'imponente cattedrale gotica di Notre Dame, eretta tra il 1227 e il 1279, con il suo caratteristico campanile a bulbo. La principale via cittadina è sicuramente la Rue Grande con il suo bellissimo municipio del XVII secolo e il Palazzo di Giustizia, a poca distanza si trova il ponte De Gaulle. Se siete appassionati di musica o strumenti musicali merita una visita la Casa della Patafonia.

Immancabile una sosta alla Brasserie Caracole di Falmignoul dove è possibile assistere alla lavorazione dell’orzo destinato alla produzione della birra artigianale e degustare alcune birre, realizzate come si faceva una volta cioè con tini di rame scaldati con il fuoco a legna. Da assaggiare i famosi biscotti al miele chiamati Couques de Dinant

 A un chilometro da Dinant si trova l’Abbazia di Notre-Dame de Leffe, nella quale secondo documento custodito negli archivi di stato viene prodotta la famosa birra dal 1240. Dopo varie vicissitudini nel 1937 l’abbazia di Leffe venne dichiarata edificio storico di interesse nazionale mentre nel 1952, per volere dell'allora abate Cirille Nys, venne riavviata al suo interno la produzione birraria.  

Nei dintorni di Dinant vi consigliamo una visita al castello e ai giardini di Freyr.

 

Letto 922 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito