Bordighera e il suo entroterra

Bordighera e il suo entroterra

Blog

Pigna

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pigna Pigna Alessandro Moreschi

pigna

Il borgo, venne costruito nel XII secolo come avamposto difensivo dai conti di Ventimiglia. Al dominio dei conti di Ventimiglia seguì quello dei conti di Provenza che nel 1388 vendettero il castello e il borgo ad Amedeo VII di Savoia. L'abitato si compone di una parte bassa e di una parte alta alla quale si accede attraverso la quattrocentesca Loggia della Piazza Vecchia. Il borgo è un susseguirsi di strette viuzze, scale e passaggi coperti da volte che evocano atmosfere medioevali. Da vedere: 

 

 

 

 

 

pigna

La Parrocchiale di San Michele

Costruita intorno al XII secolo venne ampliata nel XIV secolo pur conservando il suo stile gotico. Considerata uno dei migliori esempi di architettura medioevale, l'edificio si presenta con una facciata in pietra grigia ornata da un rosone in marmo bianco opera di Giovanni Gagini. L'interno è a tre navate divise da colonne e conserva il polittico di San Michele, capolavoro di Giovanni Canavesio che lo dipinse intorno al 1500.

 

Piazza Castello

La piazza conosciuta con il nome di "la Cola" sorge ove una volta era il castello. Da notare i portali in ardesia dei palazzi che vi si affacciano.

Coordinate GPS: 43.9341168, 7.66475760000003
Ufficio del Turismo: Piazza Umberto I
Letto 2751 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

 Itinerario

Partenza: Bordighera

Tratta Distanza in KM
Bordighera-Seborga 12
Seborga-Dolceacqua 24
Dolceacqua-Apricale 5
Apricale-Pigna 10
 Totale KM 51
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito