I Borghi Fortificati della Ciociaria

Borghi Fortificati della Ciociaria - Mappa

Blog

Alatri

Vota questo articolo
(1 Vota)
Alatri Alatri Alessandro Moreschi

Graziosa città di antichissime origini posta su di una collina alle pendici dei Monti Ernici. Le ciclopiche mura di cinta testimoniano l’importanza assunta in epoca romana, devastata durante le guerre gotiche venne in seguito dominata dalla famiglia Conti, per divenire parte dello Stato della Chiesa. La città raggiunse il suo periodo di massimo sviluppo politico e culturale nel XIII secolo, periodo in cui sorsero significativi monumenti religiosi e palazzi civili.Alatri

Coordinate GPS: 41.7252936, 13.341203599999972

Da vedere:

L’acropoli:

Di notevole importanza l’inespugnabile cinta muraria, eretta in epoca romana senza l’ausilio di calce o incastri, nella quale si aprono la porta Minore o della Fertilità e la porta Maggiore. All’interno delle mura sorgono: la cattedrale dedicata a San Paolo, dove viene custodita l'urna con la celebre "Ostia Incarnata", un'eucarestia divenuta miracolosamente carne tra il 1227 e il 1228. La chiesa è preceduta da una vasta piazza con una scalinata in pietra. L'edificio, sebbene sia stato costruito intorno all’anno 1000, si presenta con una facciata in stile settecentesco in seguito a restauri avvenuti in quell'epoca. Bellissimo il panorama che si gode dal belvedere antistante la chiesa.

AlatriPalazzo Gottifredo:

Il palazzo costruito nel XIII secolo, come residenza del cardinale Goffredo di Raynaldo, si presenta con la forma di una casa-torre con bifore gotiche. All’interno del palazzo è ospitato il Museo Civico con importanti reperti di epoca etrusca, romana e del periodo medioevale.

 

 

AlatriLe Piagge:

Si tratta della parte più antica della città costituita da caratteristici quartieri medioevali con viuzze, scalinate e fontane, da non perdere una passeggiata tra queste vie ricche di suggestivi scorci.

Piazza Santa Maria Maggiore:

La piazza costituisce il centro politico, sociale e religioso della città, da qui partono le viuzze delle piagge, il percorso che conduce all'acropoli e alla chiesa di San Francesco. Al centro è ornata da fontana Pia, mentre da un lato sorge l’omonima chiesa e dall'altra la Chiesa degli Scolopi.

 

AlatriChiesa di Santa Maria Maggiore

Costruita intorno al V secolo, la chiesa, deve le sue attuali fattezze ad un radicale rifacimento avvenuto nel XIII secolo. Dispone di una facciata in stile gotico-romanico ornata da un bel rosone, tre portali d'accesso e su di un lato un possente campanile ornato da bifore. L’interno a tre navate custodisce diverse opere di pregio tra le quali ricordiamo “La Madonna di Costantinopoli” il "trittico del Redentore" e un Fonte Battesimale.

Chiesa degli Scolopi

L'edificio venne costruito tra il 1734 e il 1745 su progetto dell'architetto Benedetto Margariti da Manduria. All'interno sono custoditi dipinti del pittore veneto Benedetto Mora e di Carmine Spinetti.

AlatriChiesa di San Francesco

La chiesa venne costruita verso la seconda metà del 1200 assieme all'adiacente convento. L'interno subì notevoli trasformazioni nel corso del '600 e conserva una deposizione del '600 di scuola napoletana e la reliquia del mantello di San Francesco d'Assisi, donata dallo stesso Santo alla città nel 1222.

AlatriNel Chiostro è stato casualmente ritrovato nel 1996 il dipinto del "Cristo nel Labirinto", un dipinto piuttosto unico nel suo genere che ha suscitato notevole interesse. L'immagine di Cristo viene rappresentata al centro dell'arcaico simbolo del Labirinto con entrata ed uscita coincidenti, dieci cerchi neri ai quali si intercalano corridoi bianchi. Le origini del dipinto sono tutt'ora ignote anche se è databile intorno al XIII-XIV secolo d.C.

Letto 4650 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito