Irlanda
Blog

Informazioni Pratiche

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Irlanda Irlanda Alessandro Mreschi

Come Arrivare

 

Come Muoversi

L'Irlanda non è molto vasta ma, le sue strade sono molto piccole e tortuose quindi, anche per piccole distanze ci si può impiegare molto tempo. I mezzi di trasporto pubblico, seppur efficienti, non raggiungono tutte le località di interesse turistico alcune compagnie di autobus privati organizzano gite giornaliere per i siti più noti. Il modo migliore per muoversi in Irlanda è sicuramente l'automobile, se non vi spaventa la pioggia anche la moto può essere un buon mezzo. 

Quando andare/Clima

L'Irlanda ha un clima mai troppo freddo e mai troppo caldo, è però spesso battuta da forti venti e il tempo cambia di ora in ora. Durante il periodo estivo si va da un minimo di 15 gradi ad una temperatura massima di 22 gradi, con parecchie differenze tra l'Irlanda del SUD, dove si può arrivare anche a 30 gradi, e quella del Nord. In inverno la temperatura raramente scende sotto lo zero, ma si attesta tra i 4 gradi e i 10. A causa dei forti fenti che spesso accompagnano la pioggia è sconsigliabile munirsi di ombrellini ma è preferibile avere giacche o meglio ancora mantelle anti pioggia e anti vento. La stagione migliore per andarvi è sicuramente la tarda primavera e l'inizio dell'estate quando le giornate sono molto lunghe (il sole tramonta intorno alle 22) e i momenti di pioggia sono più ridotti.

Dove Dormire

 

Dove Mangiare

 

Che cosa mangiare

 

Che cosa mettere in valigia

L'isola verde è una terra costantemente battuta dai venti causa i quali sono la causa principale dei rapitissimi cambiamenti delle condizioni meteo che avvengono in una giornata. Durante un soggiorno in Irlanda vi capiterà sicuramente di alzarvi con una splendida giornata di sole senza una nuvola all'orizzonte e due ore dopo trovarvi sotto un violento acquazzone per poi riveder splendere il sole. In una vacanza in Irlanda dovrete qindi prevedere di mettere in valigia
- una giacca anti vento e anti pioggia, meglio ancora una mantella sotto la quale potrete riparare la vostra borsa o il vostro zaino, evitate gli ombrelli in quanto con il vento rischiate di romperli e di non proteggervi dalla poggia
- scarpe comode e possibilmente chiuse
- una felpa
- un pile leggero
- pantaloni lunghi con la cerniera che all'occorrenza diventino corti, si saranno utilissimi soprattutto al sud ove il tempo campia rapidissimamente
- una sciarpa oppure un foulard per proteggere il collo dall'incessante vento
- se avete in previsione di andare nella costa del sud un aciugamano di microfibra e ciabattine infradito per rilassarvi sulle bellissime spiagge, se ve la sentite anche un costume da bagno ma tenete presente che l'acqua è piuttosto fredda anche in agosto

Elettricità

In Irlanda del Nord e del Sud l’energia elettrica viene erogata secondo differenti voltaggi: 220V in Irlanda del Sud e 240 in quella del Nord. Se vi recate quindi in Irlanda del Nord sappiate che le prese di corrente non sono compatibili con nostre in quanto hanno tre buchi rettangolari. E’ bene quindi munirsi di un adattatore che potrete trovare direttamente in loco in genere anche negli aeroporti.

San Patrizio

La festa di San Patrizio, o meglio Saint Patrick’s, protettore d’Irlanda si tiene ogni anno il 17 di marzo ed è molto sentita su tutta l’isola. Tutte le attività commerciali e industriali si fermano per permettere agli abitanti di festeggiare il loro protettore attraverso la preparazione di piatti tipici, musiche, spettacoli teatrali, grandi parate e fuochi d’artificio. Molto speciale è la parata di San Patrizio che si tiene a Dublino e coinvolge circa 500.000 persone che si riversano in costume per le vie del centro in una specie di grande parata carnevalesca con carri allegorici musiche danze travestimenti e spettacoli di ogni genere. A San Patrizio la tradizione vuole che si indossi qualche cosa di verde, colore simbolo d’Irlanda, così l’isola già di per sé verde diviene verdissima.
Secondo la leggenda San Patrizio nacque in Scozia ma, rapito, venne venduto come schiavo in Irlanda ove si ambientò molto bene imparando la lingua e divenendo dapprima diacono, poi prete ed infine arcivescovo. E proprio a San Patrizio si attribuisce il fatto di aver combattuto con i serpenti e di averli scacciati dall’Irlanda per questo motivo ora sull’isola non vi sono rettili

 

 

Letto 998 volte Ultima modifica il Domenica, 24 Settembre 2017 21:16

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito