Vigevano e la Lomellina

Vigevano e la Lomellina

Blog

Gambolò

Vota questo articolo
(1 Vota)
Gambolò Gambolò Alessandro Moreschi

Tutta la zona intorno al comune di Gambolò era già abitata durante l'epoca del bronzo, fu però in epoca celtica ma, soprattutto romana, che ebbe il maggior impulso demografico, grazie all'arrivo di commercianti, artigiani e coloni. Il comune riporta ancora i tipici tratti di un castrum romano con una piazza principale sulla quale si intersecano le due vie principali, mura fortificate e quattro porte di accesso alla città.

Castello

Edificato probabilmente nel XI secolo assunse però le attuali fattezze nel 1400. Inizialmente infeudato alla famiglia Beccaria per opera di Filippo Maria Visconti passò, all'estinzione della famiglia Beccaria, sotto il controllo di Ludovico il Moro che vi soggiornò con regolarità.Si presenta come una struttura a pianta trapezoidale in cui sono ancora visibili sei delle otto torri e parte delle mura fortificate ornate da merlature ghibelline. Nel 1573 la proprietà del castello venne acquistata dal Marchese Litta Agostino che decise di trasformarlo in una villa di campagna. Oggi ospita alcuni uffici comunali e il Museo Archeologico della Lomellina.

Chiesa Parrocchiale di Sant'Eusebio e San Gaudenzio

Edificata agli inizi del XII secolo venne completamente rifatta nel 1899, non venne toccato dal rifacimento solamente il campanile romanico. Tra il 2011 e il 2015 fu sottoposta ad un completo restauro. Al suo interno sono conservati alcuni dipinti del XV secolo.

Letto 1780 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra navigazione..  Per saperne di più.  Accetto i Cookie da questo sito